servizi

GDPR: Sicuri di essere a posto?

Il 25 maggio 2018 si sta avvicinando sempre di più... e come con le scariche elettrostatiche tipiche di un temporale, gli animi di chi non si è ancora adeguato cominciano ad agitarsi.

GDPR: Sicuri di essere a posto? - Immagine: 1
GDPR: Sicuri di essere a posto? - Immagine: 2

25 maggio 2018: la data in cui diventerà ufficiale e non più rimandabile il Regolamento UE/2016/679, altresì conosciuto come GDPR (General Data Protection Regulation).
Deliberato nel 2016 in questi 2 anni sembra che ben pochi si siano presi la briga di metterlo in atto nella propria azienda e sito web, arrivando alla situazione attuale di panico generale...

Il GDPR non è un sostitutivo del D.Lgs. 196/03, è un qualcosa che in alcuni casi sostituisce ed in altri integra specializzando determinate funzioni che il Titolare del trattamento dei dati deve tenere bene a mente (specie se collabora con sistemi di terzi) ed esplicitare in modo chiaro e semplice cosa avviene, agli utenti.

Di per se è l'ennesima legge Europea con cui periodicamente dobbiamo avere a che fare (quella sulla cookie-policy è di un paio d'anni fa), controversa e non chiara.
Come troppo spesso accade, anche leggendo il testo ufficiale, per un non addetto ai lavori non è del tutto chiaro cosa si debba fare, poiché oltre a punti che sembrano smaccatamente contraddittori ci sono vere e proprie acrobazie linguistiche che di fatto non chiariscono in che modo e per quali motivi questi benedetti dati vengano gestiti.

Aggiungiamo una cosa importante: il GDPR non è solo un adeguamente per i siti web: lo è per tutto ciò che riguarda il trattamento dei dati personali a livello aziendale, quindi, se ancora non avete provveduto, oltre ad un consulente informatico (e se siete qui, avete già compiuto un passo importante) che vi possa guidare attraverso l'aggiornamento del sito web ed indicare la soluzione migliore sul contenimento dei dati e cosa fare in caso di emergenza, dovrete contattare un consulente fiscale per l'adeguamento della parte di fatturazione e per i propri dipendenti.

Last, but not least: le multe.
Chi non si adegua (e parliamo di tutto il pacchetto) rischia di incorrere in sanzioni milionarie o addirittura a fino il 4% del proprio fatturato... fate vobis.

Se ci chiamate, insieme al nostro team di consulenti, informatici e fiscali, possiamo risolvere entrambi i vostri problemi.

 

I Tag dell'articolo:

25maggio

gdpr

policy

privacy

Cerca
I tag più utilizzati:
Visualizza i contenuti che trattano di questi argomenti cliccando sul tag di tuo interesse.